Ultime News

News

Conosci lo Staff #3
Tanatoss

14/03/2019 19:06:54

Terzo appuntamento della rubrica “Conosci lo STAFF”

In questo terzo appuntamento conosceremo meglio Junior De Bartolo, aka Tanatoss, ovvero lo Shout Caster, colui che ci racconta le partite e che infiamma le folle!

Ciao Tanatoss raccontaci un po di te!

Yooo Boyz! Mi chiamo Junior (si come dragon ball) ho 26 anni e sono di Roma, per la precisione adesso vivo a Fregene, e colgo l’occasione per invitarvi a venirmi a trovare visto che si sta avvicinando l’estate! Sono figlio di un noto giornalista romano nonché tele e radiocronista, anche lui “shout caster”! La mia dedizione lavorativa e videoludica, è appunto dedicata interamente al mondo Esportivo ed elettronico, una passione che parte dal lontano 1997!

Come ti sei avvicinato al mondo dei videogiochi?

Era appunto il 1997, e grazie alla passione videoludica del fratello di mio padre, mio zio ( in arte Web, ex nazionale IT AOE ), mi avvicinai per la prima volta ai video games, regalandomi un titolo che per molti rimarrà nella storia: NetStorm. Chiunque conosca questo titolo lo invito a dare uno sguardo a Stratus su Steam perchè parte del team di sviluppo, insieme a degli appassionati stanno cercando di riportare in vita Netstorm attraverso un remake! Il suono melodico dei 56k mi accompagnò nei miei primi scontri online, dove per la nostra generazione fu una rovina in termini monetari, tanto pagava il papi... ( ride ndr.). Ma fu anche l’inizio di una nuova era, non come oggi, dove la passione per il gioco viene sempre seconda agli interessi monetari e di microtransazioni del quale vi dico il vero, ne sono un antagonista. Successivamente abbracciai Diablo 1, Starcraft, Warcraft, Age Of Empires,e approdando poi su Guild Wars dove con i War Machine (Gilda Koreana Top 3 ) ero tra gli italiani piu’ forti in circolazione, schivando (fortunatamente) WoW. Successivamente, ma senza abbandonare GW mi spostai sugli FPS, dove con Battlefield 2142 assaporai il vero gusto della competizione, arrivando a lottare insieme agli ExA per gli Europei, in cui sconfitti dai tedeschi arrivammo secondi… li si che i connessionati non erano leggende metropolitane.

Qual è il tuo videogioco preferito?

Chiedere a me quale sia il mio gioco preferito è una vera cattiveria, perchè ad essere sincero io dei videogames ne sono follemente innamorato, e ci sarebbero troppi titoli da mettere al secondo posto, e davvero non voglio farlo! Posso però dirvi che attendo il ritorno di AOE, che mi manca tantissimo, il primo GuildWars del quale ho ancora tutti i cofanetti in ottime condizioni, vorrei assolutamente un remake di BF2142, perchè avevano avuto delle idee pazzesche ai tempi anche solo con la modalità TITANI. Resto inoltre molto affezionato alla saga Blizzard di Starcraft… Insomma, vi chiedo scusa ma ne ho giocati talmente tanti e me ne sono piaciuti talmente tanti che citarli tutti e fare una classifica sarebbe veramente difficile in una sola intervista!

Come hai iniziato a fare il caster?

Partendo dalle origini ed essendo breve, come vi dissi all’inizio, il “ merito “ iniziale va a mio padre Antonio De Bartolo, che senza volere, quello che era ed è il suo lavoro, è diventata la mia passione. Iniziai per “gioco” e piu’ precisamente con Starcraft dove per stimolare le nuove reclute ad allenarsi all’interno del clan punk, mi cimentai a raccontare le loro gesta, d’altronde il gioco lo conoscevo, mi piaceva, e raccontarlo mi divertita tantissimo. Colgo l’occasione, anche se difficilmente i suoi occhi si poggeranno qui su RL, per ringraziare Vasa, famosissimo caster italiano di starcraft che è stato per me di forte ispirazione. Successivamente iniziai a giocare ad Heroes Of The Storm, e dopo qualche tempo iniziai a streammarlo, ma la mia indole da caster mi portava a shoutare le giocate della mia squadra ( all’oscuro di tutto visto che andavo in ranked solitaria ) fino a quando un giorno fui notato, e venni contattato da un gruppo di ragazzi tra cui “IL MERLO” Adriano Milone con il quale ho ancora ottimi rapporti, per castare insieme, fino al giungere della chiamata di Blizzard per il quale ho castato due anni ( e mezzo ) per il blizzcon per il massimo torneo di HOTS; Ci venne poi offerto un contratto che, per ragioni che ora non posso dirvi nel rispetto dei miei ex compagni, non fu accettato dal resto del gruppo, ed io anche se contrario, anzi STRAcontrario, per correttezza mi unii alla decisione… Decisi quindi di prendere una pausa, fino a quando per “vecchie glorie”, Andrea, in arte Crazer, mi volle presentare ad un certo Laru che era in cerca di Casters; era la prima volta in assoluto che castavo Rocket League, ma a quanto pare, ci avevano visto lungo, altrimenti non sarei qui con tutti voi, e per me è un vero piacere!

Obbiettivi per quest’anno?

Sarebbe fantastico dirvi che il mio obiettivo possa essere raggiunto entro quest’anno, ma purtroppo non è cosi. Il mio è piu’ definibile un sogno, e in questo sogno ci siete anche voi! Vorrei arrivare abbastanza in alto per poter gridare FORZA ITALIA a squarcia gola in faccia all’europa ed al resto del mondo, perchè parliamoci chiaro, noi italiani, in ambito di Esport siamo veramente rimasti indietro, un pò per la nostra mentalità, un pò per questa maledetta burocrazia, ed un pò per tante e tante ragioni che conosciamo tutti, quindi stiamo facendo fatica ad emergere. Abbiamo giocatori fortissimi in tutti gli ambiti, abbiamo appassionati sparsi per tutto il territorio che si farebbero in quattro ( come ad esempio Laru ed il resto dello staff ) per riuscire finalmente ad avere l’attenzione che meritiamo. L’Esport italiano è pronto ad emergere, e lo farà con forza, con o senza la mia voce… Tornando con i piedi per terra, forse un obiettivo ce l’ho, ed è quello di poter raccontare Rocket League ed altri titoli, nelle massime competizioni. So che devo imparare molto, soprattutto a gestire la mia enfasi, ma essendo un sognatore, sono fiducioso che la mia passione prima o poi mi porterà da qualche parte, cosi’ come oggi sono qui con voi, cosa per il quale mi ritengo estremamente fortunato. Ma tranquilli, qualsiasi cosa accada, il vostro Tanatoss, non si scorderà mai di voi, delle sue origini, e della sua passione che personalmente metto al primo posto davanti ad ogni altra cosa.

Puoi dirci qualcosa di piu’ sul tuo nickname?

Certamente! Capisco che qualcuno si faccia qualche domanda sulla sua provenienza, visto che sembra un nome scritto male ( Thánatos (dal greco Thànatos, "Morte") ) ma vi ho appunto accennato che è un bel pezzo che mi ritrovo a giocare al computer ( e non ), e tanti anni fa ( forse era il 2005 ma non ne sono sicuro ) ero entrato in fissa con i nome greci, cosi’ chiesi a mio padre ( spiccicando qualcosa di greco ) se fosse a conoscenza di qualche nome di origine greca, e tutto iniziò con Savros ( Stefano in italiano ) oltretutto è stato il nickname che, come vi raccontavo, mi ha accompagnato nella scalata europea di BF2142. Ma questo Savros, veniva costantemente accostato ai Savoiardi ( non chiedetemi il perchè ) al punto tale che il mio main dei miei pg di guildwars,( il ranger ) ed il mio account Xbox fini per chiamarsi proprio Savojardo, ( si proprio con la J, da Junior ).... a questo punto, vi starete chiedendo cosa c’entra con Tanatoss, ed adesso vi rispondo. Tornando ai vecchi tempi, fu il momento della mia iscrizione a blizzard, e continuando a cercare qualche inerenza greca nei miei nomi, mi innamorai di Thanatos, la personificazione della Morte, nonchè figlio della notte e fratello di Ipno il dio del sonno, un giovane alato ed armato di spada :Q___ Allora tutto felice, vado per inserire il mio nickname e...rullo di tamburi… “il TUO nickname risulta essere stato gia scelto”. Avete capito bene GIA PRESO, anche perchè per chi non lo sa, dovete sapere che una volta, non eravamo cosi’ tanti online, e l’ultimo dei pensieri degli sviluppatori, erano i nomi uguali. Mi crollò il mondo addosso, ma non mi arresi facilmente, quindi decisi di togliere un “H” e...rullo di tamburi…“il TUO nickname risulta essere stato gia’ scelto”, cosi’, incazzoso come una faina, decisi di continuare a pensare a come poter dare un senso alla mia presenza Online, ai tempi appassionato della razza di Starcraft ( tutt’ora rotta ) dei Protoss, provai ad aggiungere una S. Tanatoss e….rullo di tamburi… Congratulazioni! Adesso credo di avervi detto davvero moltissimo su di me, e spero che piu’ avanti, ci sia modo di conoscerci ancora meglio!

Un saluto

Detesto i saluti, anzi li odio! troppe volte ho salutato compagni d’avventura, senza sapere che quel “Ciao a domani” sarebbe stato un addio alla chiusura dell’ennesima sessione online, per questo preferisco piu’ che salutarvi, ringraziarvi! Ringrazio ovviamente voi che mi state leggendo, che con il vostro interesse e la vostra passione mi date modo di continuare come Caster, e soprattutto mi date la forza necessaria per raccontare le vostre gesta e/o di farvi rimanere attaccati alla sedia! Ringrazio tutto lo staff che oltre ad essere una famiglia, è sempre li a darmi forza! Ringrazio gli NLE per aver creduto in noi! Ringrazio Rocket Colosseum per la disponibilità! E poi, sennò ci rimane male, devo ringraziare pure “ La mia spalla Cit. “ Il Tristan! Vi voglio bene ragazzi, ancora una volta grazie di tutto e grazie a tutti! GEEGEEE WELL PLAYEEED!

#OwnYourPassion